A proposito di Politiche del lavoro. Andando verso il trasferimento dei centri per l'impiego all'Agenzia regionale del lavoro.

Le notizie di stampa più recenti riportano un quadro occupazionale di non facile decifrazione. FinCantieri annuncia un accordo con Carnival a dir poco strategico per la continuità occupazionale del sito di Monfalcone. Dall’altro lato i titoli in negativo sono da tempo numerosi: tra gli altri Detroit, ITE, Zincol, Beraud, Eaton, adesso De Franceschi. Un’erosione continua di posti di lavoro, che rende palese la fragilità strutturale del tessuto imprenditoriale e che, stante la capillarità del problema, potrebbe autorizzare a individuare anche nell’Isontino un’area territoriale colpita da crisi diffusa.

Viviamo una crisi economica protratta, che pare gradualmente trovare condizioni di superamento, anche se è nella consapevolezza di ognuno di noi che nulla sarà come prima. Ciò motiva ancora maggiormente a mettere in campo tutti i possibili strumenti e le buone prassi idonee a facilitare l’intercettazione della domanda di lavoro: una necessità per i giovani, una necessità anche drammatica per i fuoriusciti che spesso rinunciano alla ricerca di un’occupazione.

Leggi tutto...

Riforma enti pubblici: priorità territoriali

E’ del tutto evidente che l’intervento di Fabio Del Bello sull’ipotesi di una Unione territoriale intercomunale costiero-carsica, ovvero comprendente il territorio del Mandamento monfalconese forte della presenza di Grado ed esteso al Comune di Duino Aurisina, costituisce una sua apprezzabile proposta e un suo personale contributo alla discussione.

E’ vero che in questo momento i territori sono chiamati a trovare al proprio interno gli equilibri per andare all’assetto definitivo delle future Unioni intercomunali, al momento individuate dalla Giunta regionale come mera proposta. E’ giusto che in questo momento la discussione sia franca e basata su solidi elementi di valutazione, ma indubbiamente esistono ruoli che sono chiaramente chiamati in campo in questo momento: parlo dei Sindaci e dei Consigli comunali. Questo vale indifferentemente per l’Alto e Basso Isontino, per il Comune di Duino Aurisina.

Leggi tutto...

PARCO BASAGLIA. ATTENZIONE AL RECUPERO E ALLA SUA VALORIZZAZIONE

La Provincia di Gorizia è proprietaria di una parte del “Parco Basaglia”, compendio dell’ex Ospedale Psichiatrico; la parte restante dell’area è detenuta da parte dell’Azienda Sanitaria. La divisione proprietaria ha di fatto consentito il mantenimento di una certa significatività dell’area, ma non ha trovato le condizioni per dare impulso ad una progettualità organica di rilancio che, chiusa la parentesi dell’Ospedale psichiatrico, si rifondasse su obiettivi di carattere sociale e culturale in analogia a quanto avvenuto in analoghi compendi.

Leggi tutto...

UN LABORATORIO POLITICO CHE AFFIANCHI LA COSTRUZIONE DELLE UNIONI COMUNALI. Il ruolo della Provincia.

Da Consigliere provinciale guardo con attenzione ai primi passi della riforma delle autonomie locali: si stanno delineando due Unioni dei Comuni, nell’Alto e Basso Isontino, due poli facenti riferimento a Monfalcone e Gorizia.

Vorrei dire che questo è del tutto normale: la legge di riforma sposta il baricentro nella gestione dei servizi di prossimità dal singolo Comune alle Unioni. Un’operazione di questo tipo presuppone che si vada a cercare una dimensione a scala adeguata, idonea ad accogliere la costruzione di Uffici unici e punti di erogazione condivisi ed efficaci, in termini di professionalità, costo, qualità. Dunque pensare ad una unione dei Comuni su scala provinciale unitaria con questo impianto di riforma sarebbe del tutto fuori luogo.

Leggi tutto...

L’accoglienza ai rifugiati. Superare le contrapposizioni.

La città di Gorizia continua ad essere crocevia per l’entrata in Europa. Le ultime notizie sono il blitz umanitario sul Parco della Rimembranza, l’ordinanza del Sindaco di Gorizia anti-accampamento, l’ampliamento della convenzione al Nazzareno. Gli importanti protocolli firmati dai Sindaci sembrano questioni parallele, atti burocratici di cui si parla con un certo distacco.

Leggi tutto...

Consiglieri provinciali

consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale
Diego
Bernardis
Marialuisa
Bevilacqua
Luca
Bigot
Dario
Furlan
Giorgio
Clama
Stefano
Cosma
Savio
Cumin
Fabio
Del Bello
consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale
Patrizia
Mauri
Gennaro
Falanga
Andrea
Ferletic
Elisabetta
Medeot
Mario
Lavrenčič
Mauro
Mazzoni
Giuseppe
Nicoli
Dario
Obizzi
consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale
Pierpaolo
Silli
Aljoša
Sosol
Sandro
Soranzio
Fabio
Russiani
Vesna
Tomsic
Simonetta
Vecchi
Alessandro
Zanella
Franco
Zotti