“Lo sviluppo dell’intermodalità e il valico ferroviario internazionale di Gorizia”. Interrogazione in Consiglio

Del tema ci eravamo occupati come Maggioranza con un documento approvato nel maggio 2013: era messa in forte risalto la pluriennale disattivazione del collegamento ferroviario passeggeri tra Gorizia e Nova Gorica, seppure previsto da Convenzioni internazionali. Una situazione priva di apparenti difficoltà tecniche che consentirebbe banalmente di mettere in connessione i due centri, ma soprattutto di innescare una stabile interconnessione tra i due sistemi ferroviari nelle direzioni da e per l’Italia/Slovenia.Il documento del Consiglio del 13 maggio 2013 ricordava l’abbandono della sperimentazione treni ROLA (RollendeLandstraße) -attuata nel 1996/1997 tramite accordi internazionali- per il trasporto merci dall’est Europa a Pordenone, via Gorizia.<

Leggi tutto...

Non riaprire il CIE e non ampliare il C.A.R.A.a Gradisca. Un documento in Consiglio provinciale

Un documento politico vale nella misura in cui sono forti i presupposti e le convinzioni. Il voto del 16 luglio, sostenuto dalla Maggioranza consiliare, dice che puntiamo il dito contro un’idea di società costruita su presupposti sbagliati. L’idea antistorica che risponde ai flussi migratori chiudendosi  sul tema della sicurezza, che non va oltre la difesa del particolare, che sposta il baricentro dell’impegno di risorse sulle misure detentive.

Leggi tutto...

Situazione del CIE di Gradisca

Anche in Consiglio Provinciale si parlerà della situazione del CIE di Gradisca. A distanza di un anno dalla discussione che vide l’Assemblea sostenere la questione relativa all’acquisizione della cittadinanza per “ius soli”, domani è prevista la discussione di un ordine del giorno della Maggioranza, con l’obiettivo di impegnare tutte le possibili leve istituzionali affinché la struttura del C.I.E. non riapra.

Leggi tutto...

Approvazione del rendiconto di gestione 2013: riflessioni

Non mi vorrei soffermare sui numeri del rendiconto in quanto i dati a disposizione sono sufficientemente chiari ed è ben presente a tutti noi che un anno fa approvammo un bilancio che fu definito “di guerra”. Tagli nei trasferimenti, vincolo del patto di stabilità, rinvio nell’applicazione dell’avanzo a dopo l’assestamento: ne derivarono decisioni non semplici di contenimento della spesa corrente e un freno sostanziale nella propensione all’investimento in opere pubbliche.

Leggi tutto...

Viabilita’ nell’Isontino: non abbassare l’attenzione sui nodi da risolvere

Recenti notizie di stampa hanno riguardato i contenuti di un’audizione presso la Quarta Commissione del Consiglio Regionale,dedicata alla revisione della programmazione di alcune opere viarie in Friuli Venezia Giulia. L’Assessore Regionale alle Infrastrutture avrebbe confermato lo stop alla Palmanova Manzano e l’intenzione di rivalutare la Cimpello-Sequals che,da quanto si comprende, verrebbe rivista nella sua portata da raccordo autostradale a viabilità ordinaria.<

Leggi tutto...

Consiglieri provinciali

consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale
Diego
Bernardis
Marialuisa
Bevilacqua
Luca
Bigot
Dario
Furlan
Giorgio
Clama
Stefano
Cosma
Savio
Cumin
Fabio
Del Bello
consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale
Patrizia
Mauri
Gennaro
Falanga
Andrea
Ferletic
Elisabetta
Medeot
Mario
Lavrenčič
Mauro
Mazzoni
Giuseppe
Nicoli
Dario
Obizzi
consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale consigliere provinciale
Pierpaolo
Silli
Aljoša
Sosol
Sandro
Soranzio
Fabio
Russiani
Vesna
Tomsic
Simonetta
Vecchi
Alessandro
Zanella
Franco
Zotti